Elite Dangerous – La Guida

Come Iniziare Da Zero
by Matthias Egger on 12 giugno 2015
Guide

Ho deciso di fare questa guida perchè in rete non sono riuscito a trovare qualcosa nella lingua di Dante, che aiutasse un giocatore alle prime armi, a capire come iniziare a farsi strada in questo fantastico simulatore spaziale.

Titolo abbastanza complesso questo Elite Dangerous, per il quale una bella guida non è sicuramente sprecata, perché diciamocelo, i tutorial ci permettono di capire come controllare la nave, come saltare da un sistema all’altro, ma non ci permettono di capire la cosa più difficile del gioco e i suoi punti di forza: Cosa fare della nostra “vita” spaziale e come personalizzarla!

Cosa Facciamo Qua?

Dando per assodato che comprate il gioco al momento in cui leggete queste parole, quello che ci verrà dato, sarà una Sidewinder e 1000cr con cui fare il nostro ingresso nell’universo.

E quando parlo di universo, parlo proprio della nostra galassia, la Via Lattea, riprodotta in scala reale, con tanto di sistema solare e i pianeti che conosciamo molto bene.
Ci troviamo nell’hangar di una base spaziale, che si trova da qualche parte della galassia ed è da qui che dovremo decidere cosa fare. Vi anticipo subito che non esiste una storia, questa è una simulazione di vita nello spazio e come tale spetta a noi costruirci tutto ciò!
Abbiamo molte strade da poter intraprendere, possiamo diventare cacciatori di taglie, pirati, commercianti, minatori o esploratori. Tutte queste attività ci faranno guadagnare crediti per poter aggiornare le navi o comprarne di nuove, in modo da essere sempre più efficaci nel nostro “lavoro”.
Bisogna far notare che, secondo me, i tutorial riescono solo in parte a farci capire bene come iniziare e a mio modo di vedere all’inizio bisognerà avere molta pazienza per capire tutte le meccaniche delle missioni, della navigazione, del combattimento e del commercio.
Anche solo leggere la mappa del sistema o della galassia, richiede del tempo di apprendimento che potrebbe scoraggiare qualcuno, ma del resto, spero che chi legga questa recensione non sia il tipo di giocatore che si esalta per The Order no?

Allontaniamoci Dalla Stazione

Cosa fare allora? Beh per iniziare consiglio subito di entrare nel menù della stazione spaziale alla voce “Bulletin Board” e cercare una delle missioni disponibili! Possono spaziare alla consegna di merci, all’uccisione di qualche pirata, al recupero di trasmissioni ribelli e scatole nere (oggetti illegali) e importazione di materiali da altri sistemi!

Io punterei subito alle missioni che vi danno delle merci da consegnare! Sono facili, non rischiate molto e vi permetteranno di farvi quella schiena di tranquillità per poter avanzare di carriera e cambiare professione qualora vi stancaste dell’attuale.

Non lasciate mai la stazione senza avere i crediti per l’assicurazione della vostra nave in modo che se morite potrete perlomeno avere indietro la nave con tutti gli aggiornamenti installati fino a quel momento!

Cambiamo Nave?

Arrivati ad avere un discreto salvadanaio, ci sono molti modi per romperlo e ci si aprono le porte del gioco:

  • Esplorazione: Possiamo comprare un Adder ed equipaggiarlo con scanner vari e Fuel Scoop, per andare a scoprire sistemi inesplorati e rivendere i dati ad almeno 20Ly di distanza per guadagnare crediti.
  • Commercio/Estrazione: Un’Hauler potrebbe essere una buona scelta per questo e nel caso dell’estrazione bisogna equipaggiarla con un laser da minatore ed una raffineria.
  • Combattimento: La Eagle fa al caso nostro ed è già molto più potente della Sidewinder di base, oltre ad essere la nave più manovrabile del gioco

Difficile dire al momento quale siano le più proficue, arrivati a questo punto del gioco, ancora non conoscete nulla, i milioni che vi separano dalle navi più care sembrano un miraggio, quindi il mio consiglio è di fare le cose che vi piacciono senza guardare i crediti!

Guardando il concessionario di Elite, infatti, vedrete che superata una Cobra da circa 400.000 crediti, le cose si fanno complesse ed si inizia a parlare di svariati milioni per comprarsi una nuova nave! Vi assicuro che non è così difficile arrivare ad averne una, ma ovviamente neanche così facile. Tutto sta nel non avere fretta e capire bene le meccaniche di gioco, per poter guadagnare divertendosi ed evitare quegli estenuanti grinding per fare tutto nel minor tempo possibile. In Elite il tempo dovete dimenticarvelo!

Parlando di navi possiamo andare su quelle da trasporto come la Type 6 che per il suo costo rappresenterà un vero affare, per passare per la Type 7 che diventa già un vero cargo dello spazio e per arrivare infine alla mastodontica Type 9 che rappresenta la nave cargo per eccellenza del gioco.

Ci sono poi le multiruolo come la Cobra, storica nave di Elite che, per il suo prezzo, rappresenta una delle migliori navi del gioco, passando per la grandiosa Asp, che può veramente fare di tutto compresa l’esplorazione, per arrivare poi alla maestosa Python, una nave che quando è carica di armi farà vedere i sorci verdi a tutti mentre se usata come trasporto è altrettanto formidabile, perchè è la nave più grossa a poter atterrare sugli outpost! Punto di arrivo, l’Anaconda, la vera corazzata di Elite e le navi dedicate alle fazioni come l’Imperial Clipper e la Federal Dropship, splendida la prima, leggermente sottotono la seconda!

Siccome ogni volta che vendiamo una nave perdiamo il 10% del valore della stessa, è consigliatissimo vendere prima tutti gli equipaggiamenti comprati, mettendo quelli meno cari possibili. In questo modo il 10% perso, sarà limitato alla nave e non alla nave + moduli, che chiarisco, possono essere venduti sempre al 100% del valore di acquisto!

Come La Equipaggiamo La Nave?

Da questo punto di vista Elite è un gioco profondissimo! Ci sono infatti tantissimi sistemi nella nostra nave e ognuno di questi è caratterizzato da una Classe che va da 1 a 8 e da un Rating che va da E ad A. La classe determina la dimensione del modulo, mentre il rating determina la qualità. Sta a noi combinare le 2 cose per ottenere quello che vogliamo, perché ovviamente in base alla qualità, avremo un diverso peso, diverse caratteristiche e 2 navi uguali possono diventare molto diverse tra loro solamente cambiando qualcosa al loro interno!
Ma andiamoli a vedere questi equipaggiamenti nel dettaglio e spiegare cosa servono:

Sistemi Interni

  • Power Plant: Il cuore della nostra nave, è responsabile di generare l’energia per tutti gli altri sistemi. Con la qualità e la dimensione si determina quanto calore può sopportare dalle stelle mentre riforniamo il serbatoio dalle stesse.
  • Thruster: Sono i responsabili del movimento della nostra nave, più potenti sono, più saremo agili e veloci, importantissimi nel combattimento, abbastanza trascurabili nelle altre situazioni, dove magari sono da privilegiare quelli leggeri per poter “saltare” più lontano da un sistema all’altro.
  • Frame Shift Drive: Il modulo che ci fa andare alla velocità della luce e determina quanto possiamo saltare lontano
  • Life Support: Il modulo di sopravvivenza che interviene quando il vetro dell’abitacolo si rompe, determina quanto tempo abbiamo prima di finire l’ossigeno e morire.
  • Power Distributor: Stabilisce quanta energia della Power Plant è disponibile ai sistemi, al motore e alle armi. Più è potente e più potremo boostare i motori, sparare continuamente con le armi o avere energia per scudi e altri sistemi esterni. Importantissimo e uno dei primi upgrade che vi consiglio di installare.
  • Sensors: Sono gli occhi della nave, determinano a quanta distanza i nostri sistemi agganciano le altre navi.
  • Fuel Tank: La capacità del serbatoio

Equipaggiamenti

  • Auto Field-Maintenance Unit: Permette di riparare gli altri moduli interni della nave ad eccezione del vetro e di altri moduli vitali. Utile nell’esplorazione per evitare di dover tornare alla base con un Fuel Scoop da riparare.
  • Cargo Rack: Il contenitore delle nostre merci
  • Cargo Scanner: Permette di rivelarci il contenuto del cargo di un altro giocatore o NPC
  • Cargo Scoop: Il gancio che ci permette di agganciare minerali od oggetti nello spazio
  • Detailed Surface Scanner: Permette di ricevere dati aggiuntivi nella scansione di un pianeta, un must per l’esplorazione
  • Discovery Scanner: Permette di rivelare oggetti in un sistema, a seconda della bontà rivelerà oggetti in un’area di 500, 1500 o tutto il sistema.
  • Frame Shift Wake Scanner: Può calcolare la destinazione di un salto nello spazio, grazie all’analisi dell’onda causata dal salto stesso, utile per i pirati!
  • Fuel Scoop: Permette di rifornirsi di carburante da una stella. ATTENZIONE: Non tutte le stelle possono permettere il rifornimento
  • Hatch Breaker Limpet Controller: Permette di azionare il portello cargo di un altro giocatore da remoto, per rubare le merci. Utile per i pirati!
  • Hull reinforcement Package: Aumenta l’armatura della nostra nave a scapito del peso
  • Refinery: Permette di raffinare i minerali grezzi che estraiamo dagli asteroidi
  • Shield Cell Bank: Posto che il nostro scudo sia ancora attivo, se azionata, permette di ripristinare lo stesso. A seconda della grandezza e qualità della Shield Cell, parte o tutto lo scudo verrà ripristinato
  • Standard Docking Computer: Permette alla nostra nave di attraccare in automatico ad una base spaziale

Armi

Ci sono 2 tipi di armi in Elite, quelle basate su energia (laser) e quelle definite cinetiche (tutte le altre). Le prime hanno munizioni infinite e sono quelle che generalmente scaldano di più la vostra nave, per il loro funzionamento dipendono totalmente dalla Power Plant e dal Power Generator.
Quelle cinetiche dipendono dalle munizioni che vanno ricaricate nelle stazioni e generalmente generano meno calore (a parte Plasma e Railgun) e stressano meno la Power Plant e il Power Generator (a parte Plasma e Railgun).

I laser sono molto efficaci contro gli scudi delle navi mentre le cinetiche hanno il meglio contro lo scafo e i moduli. Le armi hanno caratteristiche talmente diverse che combinazioni delle stesse non solo hanno efficacia completamente diversa, ma addirittura potrebbero andare bene solo contro certe navi.

Quasi tutte le armi poi vengono fornite in 3 tipi di configurazione:

  • Fisse: Sono le più potenti, ma hanno pochissimo brandeggio ovviamente. Strano esattamente dritto davanti a voi, dipendono quindi dalla manovrabilità della nave. Sono economiche, usano poca energia, non vengono limitate dai Chaff Launcher e tutte le armi sono disponibili in configurazione fissa.
  • Gimbal: Vengono montate su supporti rotanti, in modo da tenere tracciato il nemico anche quando non è davanti all’arma! Permettono quindi in molte situazioni di sparare molti più colpi ma rispetto alle armi fisse, perdono efficacia, generano più calore e consumano più energia. inoltre possono essere messe fuori uso da i Chaff Launcher.
  • Turret: Hanno un arco di fuoco di 360 gradi e quindi potete generalmente sparare anche a nemici che sono dietro di voi. Sono le armi meno potenti, che generano più calore, usano più energia e le più care di tutte.

Gli Obiettivi da Trovare

La chiave per godersi Elite Dangerous è proprio questa: trovare qualcosa che ci piace fare e darci un obiettivo ben preciso per permettere di immedesimarci nel personaggio!
Durante i mesi post lancio, sono uscite 2 patch molto importanti che ci aiutano in questo punto: la 1.1 e la 1.2 che, rispettivamente, significano Community Goals e Wings:

Community Goals

Sono le missioni comunitarie, ovvero delle missioni a cui tutti i giocatori possono contribuire contemporaneamente. Hanno un lasso di tempo specifico nel quale dovremo fare qualcosa e generalmente vengono ambientate all’interno della “storia” principale. Quindi se si crea una guerra civile all’interno di un sistema dovremo prendere le parti di una delle 2 fazioni (o tutte e 2 se siamo mercenari) e andare in qualche Zona di Conflitto a fare la guerra alla fazione opposta. Una volta fatto ciò tornare alla stazione dove il Community Goal è stato lanciato e riscattare il premio una volta finita la guerra. 
I premi, a seconda del contributo dei giocatori, variano nella loro consistenza e possono spaziare da sconti alle navi, sconti alle merci oppure sbloccare nuovi requisiti per continuare la guerra.

Da quando è uscita questa patch, le cose sono cambiate molto, ovviamente c’è una maggiore concentrazione di giocatori in quelle zone e il divertimento in generale è molto maggiore, perché ti senti parte di qualcosa di più di un semplice “operaio” spaziale.

Wings

Abilita la formazione di squadriglie fino ad un massimo di 4 giocatori. Prima di questo era praticamente impossibile giocare insieme ad altri amici. Ora invece, quasi tutto, può essere fatto in compagnia e sono previsti bonus per questo.

  • Quando combattiamo una guerra, quando cacciamo qualche pirata, tutti i membri della wing che piazzeranno un colpo sul nemico, si divideranno la taglia, mettendo fine allo sciacallaggio delle stesse, aspettando il momento buono per mettere a segno l’ultimo colpo fatidico.
  • Quando commerciamo e siamo nella stessa stazione, al momento della vendita delle merci verrà corrisposto un bonus a tutti i membri della squadriglia
  • Quando esploriamo un sistema, tutti i corpi scansionati, automaticamente verrano forniti agli altri permettendo di scansionare in 1/4, 1/3 o metà del tempo.

Da non sottovalutare anche la possibilità, previa attivazione del Wing Beacon, di uscire dalla velocità luce nell’esatto luogo dove è uscito il nostro compagno. Questo permette di aiutare i compagni che vengono interdetti da pirati oppure di effettuare le missioni della Bulletin Board insieme.
Inoltre è possibile mantenere il lock su un compagno in modo da seguirlo nei salti verso sistemi o altro.

Esplorazione

Un capitolo a parte lo merita l’esplorazione! D’altronde, abbiamo a disposizione l’intera via lattea, dovremo pure renderla giustizia no? Cosa ci serve per l’esplorazione?

Prima di tutto ci serve almeno un’Adder, ma la nave consigliata è la Asp! Devono essere equipaggiate in modo da avere un range di salto di almeno 30Ly, in modo da poter essere tranquilli in caso doveste capitare in sistemi remoti o popolati da stelle morte da dove non potete fare rifornimento!

Equipaggiamenti necessari:
  1. Fuel Scoop: Per rifornirsi dalle stelle
  2. Advanced Discovery Scanner: Per poter scansionare TUTTO il sistema indipendentemente dalla sua grandezza
  3. Detailed Surface Scanner: Per scansionare la superficie dei pianeti e ricevere più crediti dall’esplorazione

Montati questi andiamo a vedere come comportarci. Penso sia logico dire che non c’è una strada da seguire, potete andare dove volete, quello che però vorrei puntualizzare è che ci sono molti oggetti che non meritano l’azionamento dei vostri scanner se quello che cercate è la pura efficienza di tempo/crediti:

  • Fasce di asteroidi
  • Pianeti rocciosi
  • Pianeti, Stelle che sono troppo lontani (direi sopra i 5 minuti di navigazione in SuperCruise)

Perchè questo? Semplice…è la via lattea, non è che se omettete di scansionare un sistema, ad un certo punto li finirete. No…sono semplicemente infiniti o quasi!

 Fuel Scooping

Anche nel 3300 abbiamo a che fare col carburante si! Quando esploriamo è basilare capire dove stiamo andando e se dove stiamo andando ci sono stelle che permettono di usare il Fuel Scoop!
A tal proposito è molto facile usare la Galaxy Map per disattivare la visualizzazione delle stelle di classe L, T, Y – S, D, N. Lasciate attivate le A, B, F, O, G, K, M.

Vi lascio poi a questa semplice immagine per tenere a mente tutto dal punto di vista visivo!

Descrizione Stelle

 

Story Line

In Elite Dangerous esiste una storia? La risposta purtroppo è Ni, nel senso che non esistono dei personaggi, non esiste una trama vera e propria. Esiste però una linea guida, una sequenza di azioni compiute da Impero, Federazione e Alleanza che aiutano a tracciare un surrogato di storia. Tutto questo viene narrato tramite la colonna di destra della Bullettin Board che potete leggere in ogni stazione oppure anche fuori dal gioco tramite il Galnet RSS che trovate sul sito principale di Elite Dangerous.

Vincere Facile

Sarebbe corretto farne una domanda…si può vincere facile, si può avere la nave che fa bene tutto? La risposta è no!

A seconda della nave che avete, tante cose sono meglio di altre e no…perfino l’Anaconda non è la nave perfetta, perché per esempio, non ha la capacità di inseguire altri giocatori, quindi per un pirata è una delle navi peggiori del gioco.
Questo è, se vogliamo, il bello di questo gioco. Bilanciassimo attorno al fatto di essere un Sandbox spaziale, dove poter fare quello che vogliamo senza poter mai essere onnipotenti, tra moduli e navi completamente diverse tra loro, non ci sarà mai una modalità facile. Starà a noi costruirci quello che è il nostro divertimento, nostro obbiettivo o, per rimanere in tema, il nostro PuntoVG!
Mi spiace per la vostra sete di sapere, ma la guida al Sandbox di Elite finisce qui, sta a voi adesso capire cosa fare!

Che ne pensi allora?
YEEEEEEE
73%
BELLERRIMO
13%
SOCCMEL
2%
STICAZZI
4%
AMAREZZA
0%
AMMAZZATI
6%
Licenza Creative Commons